Assegno di maternità 2021

image_print

Nel 2021 anche le lavoratrici precarie e discontinue già divenute o che diverranno avranno diritto all’assegno di maternità di 2.143,05 euro. Tale sostegno economico, previsto anche per l’adozione e l’affidamento, viene riconosciuto dallo Stato alle madri residenti in Italia che siano cittadine italiane o comunitarie o extracomunitarie in possesso del permesso CE per soggiornanti di lungo periodo. Per ottenere l’assegno è necessario:

  • il requisito della residenza nel territorio dello Stato italiano della richiedente deve essere posseduto già al momento della nascita del bambino;
  • far valere almeno 3 mesi di contribuzione nel periodo compreso fra i 18 e i 9 mesi precedenti la nascita del bambino;
  • nel caso in cui la madre abbia lavorato almeno 3 mesi e abbia avuto diritto a una prestazione dell’Inps (malattia o disoccupazione etc.) fra la data del parto e quella di cessazione del diritto alla prestazionenon sia trascorso un periodo superiore alla durata della prestazione stessa (in ogni caso non superiore a 9 mesi).

È importante ricordare che l’assegno non può essere cumulato con le altre prestazioni a sostegno della maternità percepite a qualsiasi titolo. Se l’importo dell’assegno risultasse superiore a quello delle prestazioni di maternità già percepite, la madre potrebbe fare richiesta per la quota differenziale. La domanda di assegno di maternità dello Stato va presentata entro 6 mesi dalla nascita.

Le mamme che non beneficiano di alcun trattamento economico di maternità possono chiedere, per ogni figlio nato, un assegno a carico dei Comuni. Per le nascite avvenute nel 2021, l’importo del beneficio è di 348,12 euro mensili, corrisposto per 5 mensilità. Il diritto alla prestazione è subordinato a un limite reddituale rilevato sulla base dell’indicatore della situazione economica (Isee) del nucleo familiare della madre. Per l’anno 2021 il valore Isee da non superare è di 17.416,66 euro. La domanda va presentata al Comune di residenza entro 6 mesi dalla data del parto.

Le operatrici del Patronato ACLI provincia Alessandria sono a tua disposizione per inviare la domanda di assegno di maternità, chiama il numero unico 0131.25.10.91 per fissare presso l’ufficio più vicino o un appuntamento online.

Il Direttore – Mariano Amico

Condividi
  •  
  •  
  •  

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *