Scadenza contratto durante maternità anticipata

image_print

Riportiamo oggi la domanda di un’educatrice con un contratto a tempo determinato: la signora vorrebbe sapere cosa succede se la data del parto fosse successiva alla scadenza del contratto. Inoltre cosa succederebbe se la maternità fosse anticipata per lavoro a rischio e il contratto di lavoro dovesse terminare in quel periodo e non durante la maternità obbligatoria?

Risposta – Nel caso di scadenza del contratto di lavoro durante la gravidanza, la lavoratrice ha diritto a percepire l’assegno di maternità per 5 mesi (dal secondo prima della data presunta del parto al terzo mese di vita del bambino) a condizione che tra la fine del contratto e l’inizio del periodo di astensione obbligatoria non siano passati più di 60 giorni.

Per quanto riguarda l’anticipo della maternità obbligatoria, questa può essere concessa per due ordini di motivi: in relazione alle condizioni di salute della madre e/o del bambino, oppure per le condizioni di lavoroo dell’ambiente di lavoro pregiudizievoli

  1. In caso di anticipo per motivi di lavoro, il trattamento da parte dell’Inps prosegue anche dopo il termine del rapporto di lavoro e poi si collega direttamente alla maternità obbligatoria, che proseguirà fino al terzo mese di vita del bambino;
  2. Nel caso di anticipo per lavoro a rischio, il trattamento termina alla scadenza del contratto, salvo poi riprendere 2 mesi prima della data presunta se non sono trascorsi 60 giorni dal termine del contratto. Il periodo non coperto da maternità può essere coperto da NASpI.

Le operatrici del Patronato ACLI della provincia di Alessandria sono a tua disposizione per presentare le varie domande e consigliarti al meglio, chiama il numero unico 0131.25.10.91 per prenotare un appuntamento presso l’ufficio più vicino oppure un appuntamento a distanza online.

Grazie al finanziamento 5xmille IRPEF 2020 – progetto “Family Care – Punto Famiglie” si è deciso di attivare la divulgazione delle notizie e informazioni legate alla famiglia (congedi straordinari, assistenza per i figli etc). In questi anni il progetto “Family Care – Punto Famiglie” si è attivato in ogni sede ACLI della provincia di Alessandria.

Servizio Comunicazione Patronato ACLI Alessandria – Anna Serafini

Condividi
  •  
  •  
  •  

Potrebbe anche interessarti...

13 risposte

  1. Eleonora ha detto:

    Se il contratto di lavoro è scaduto e ho bisogno di fare il rinnovo dell’interdizione anticipata per gravidanza a rischio per motivi di salute presso l’asl, cosa accadrebbe?

    Perché nel caso in cui l’interdizione fosse fino alla maternità obbligatoria il trattamento da parte dell’INPS continuerebbe, ma se ci fosse necessità di rinnovare la domanda ogni tot di giorni/mesi e nel mentre il contratto fosse scaduto?
    Grazie

    • Acli Alessandria Editore ha detto:

      Gentile signora, solitamente la richiesta di gravidanza a rischio viene presentata una sola volta, nel senso si entra nella gravidanza a rischio fino al momento del periodo gravidanza ordinaria e poi il parto. Però per dare una risposta precisa avremmo bisogno di vedere il suo contratto e il suo certificato. Per questo motivo, se risiede in provincia di ALESSANDRIA, le consigliamo di chiamare il numero unico 0131.25.10.91 per fissare un appuntamento presso l’ufficio del Patronato ACLI più vicino a lei. Rimaniamo a sua disposizione, grazie per averci contattato

  2. Sabi ha detto:

    Buongiorno, lunedì inizierò un nuovo lavoro con un contratto di tre mesi, al momento sono in dolce attesa e sono entrata nel terzo mese.
    Al mio datore di lavoro per ora non ho detto nulla, a metà ottobre che farò delle visite lo comunicherò al datore. Se fosse un lavoro a rischio, a me spetterebbe la maternità anticipata anche se inizierò lunedì a lavorare? Grazie mille

    • Acli Alessandria Editore ha detto:

      Gentile signora, è il medico che, dopo la visita, dovrà dirle se la sua gravidanza è a rischio e se il lavoro potrebbe causarle dei problemi. In base a quanto le dirà il medico poi si potranno fare le dovute richieste valutando anche il contratto di lavoro che lei a firmato. Rimaniamo a sua disposizione. Grazie per averci contattato

  3. Marika ha detto:

    Buongiorno, giorno 19/10 è la mia maternità anticipata, ma giorno 4 /12 ho la scadenza del
    Mio contratto di lavoro al quale non mi verrà rinnovato. Volevo sapere se dal momento in cui il contratto scade, avrò diritto di percepire qualcosa ( disoccupazione ). Se è si a chi dovrò contattare!

  4. Marika ha detto:

    Buongiorno, giorno 19/10 sono entrata in maternità anticipata, ma giorno 4 /12 ho la scadenza del
    Mio contratto di lavoro al quale non mi verrà rinnovato. Volevo sapere se dal momento in cui il contratto scade, avrò diritto di percepire qualcosa ( disoccupazione ). Se è si a chi dovrò contattare!

  5. Francesca ha detto:

    Buongiorno, mi chiamo Francesca e sono in dolce attesa con data del parto presunta per il 25 giugno 2023. Sono una lavoratrice a tempo determinato e il mio lavoro è considerato a rischio.
    Il mio contratto è OPERAIO -LIVELLO G1 – AUTISTA. La data di scadenza del contratto è 6/01/2023.
    Volevo sapere come funziona la maternità anticipata per il lavoro a rischio e se e come continuerebbe dopo la fine del contratto.
    Grazie in anticipo.

    • Acli Alessandria Editore ha detto:

      Per poterle rispondere con precisione avremmo bisogno di consultare il suo contratto di lavoro. Le consigliamo di chiamare il numero unico del Patronato ACLI provincia di Alessandria 0131.25.10.91 per fissare un appuntamento presso l’ufficio più vicino a lei. Grazie per averci contattato. Cordiali saluti

  6. Jenny ha detto:

    Buongiorno se ho cessato contratto di lavoro e sono in maternità questa chi me la paga? L INPS?

    • Acli Alessandria Editore ha detto:

      Per poterle rispondere con precisione avremmo bisogno di consultare il suo contratto di lavoro. Le consigliamo di chiamare il numero unico del Patronato ACLI provincia di Alessandria 0131.25.10.91 per fissare un appuntamento presso l’ufficio più vicino a lei. Grazie per averci contattato. Cordiali saluti

  7. Martina ha detto:

    Buongiorno,
    Da oggi 1 dicembre 2022 mi hanno messo in maternità a rischio dall’ospedale fino alla maternità obbligatoria ma ho un contratto a tempo determinato che mi scade il 10 dicembre 2022 e volevo sapere se mi verrà retribuita comunque e se dal datore di lavoro si passa in automatico a ricevere il pagamento dell inps.
    Grazie mille buona giornata

    • Acli Alessandria Editore ha detto:

      Gentilissima, per poter rispondere in modo corretto ed esaustivo la collega del Patronato ACLI avrebbe bisogno di parlarle. Per favore può chiamare il nostro numero unico provinciale e chiedere di parlare con un’operatrice del Patronato ACLI Alessandria in merito alla pratica di maternità. La ringraziamo per averci contattato. Cordiali saluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *