Indennità per lavoratori autonomi e professionisti

image_print

Per i lavoratori autonomi e i professionisti è arrivata l’Indennità “una tantum” che accorpa il Bonus 200 euro a quello dei 150 euro, i Bonus sono esenti dall’Irpef e concessi solo con un’unica domanda da presentare entro il 30 novembre 2022. Il “Decreto Aiuti Bis” aveva introdotto il Bonus da 200 euro anche per i lavoratori autonomi e professionisti rimandando l’erogazione a un Decreto successivo. Il “Decreto Aiuti Ter” che ha definito i criteri e le modalità per poterlo richiedere ha aggiunto ai 200 euro un’ulteriore Indennità di 150 euro.

Possono richiedere i Bonus di 200 + 150 euro:

  • Artigiani, Commercianti, Coltivatori Diretti, Coloni e Mezzadri, compresi i loro coadiuvanti, iscritti regolarmente all’Inps;
  • Liberi Professionisti iscritti alla Gestione Separata Inps;
  • Pescatori autonomi;
  • Professionisti iscritti alle Casse Previdenziali di categoria (architetti, ingegneri, etc.).

Sono esclusi gli imprenditori agricoli professionali iscritti alla Gestione Inps dei Coltivatori Diretti perché amministratori di società di capitali.

Per presentare la domanda bisogna avere i seguenti requisiti:

  • Aver percepito un reddito complessivo, nel periodo di imposta 2021, inferiore ai 35.000 euro. Il reddito complessivo è facilmente rilevabile dal modello Unico persone fisiche 2022 (redditi 2021), quadro N, rigo N1, colonna 1:
  • Essere già regolarmente iscritti alla data del 18 maggio 2022 all’Inps, Gestione Lavoratori Autonomi (titolari e coadiuvanti) o Gestione Separata o alla propria Cassa Previdenziale obbligatoria di categoria e l’azienda deve avere la partita IVA attiva alla stessa data;
  • Avere effettuato almeno un versamento contributivo alla data del 18 maggio 2022 per il periodo dal 1° gennaio 2020 in poi;
  • Non essere titolare di pensione diretta (anzianità o vecchiaia) alla data del 18 maggio 2022;
  • Non avere già percepito per altre attività lavorative il Bonus di 200 euro.

L’importo del Bonus varia a seconda del reddito percepito nel periodo d’imposta 2021:

  • 350 euro (200 + 150) se nel 2021 il reddito complessivo è stato non superiore a 20.000 euro;
  • 200 euro se nel 2021 il reddito complessivo è compreso tra 20.001 euro e non superiore a 35.000 euro.

Per i lavoratori iscritti alle Gestioni Separate Inps (autonomi o Gestione Separata) la domanda deve essere presentata all’Inps entro il 30 novembre 2022.

Per i liberi professionisti iscritti alle Casse Professionali, alle quali bisogna presentare direttamente le domande, è necessario verificare categoria per categoria la scadenza deliberata dalle medesime. Al momento le Casse si stanno allineando alla stessa scadenza dell’Inps cioè 30 novembre 2022.

Le operatrici del Patronato ACLI della provincia di Alessandria sono a tua disposizione per presentare la domanda, chiama il numero unico 0131.25.10.91 per fissare un appuntamento presso l’ufficio più vicino a te.

Il Direttore – Mariano Amico

Condividi
  •  
  •  
  •  

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *