Infortuni domestici e assicurazione INAIL

image_print

All’inizio di ogni anno, una delle prime scadenze è quella che riguarda l’assicurazione INAIL per gli infortuni domestici, da pagare entro il 31 gennaio. Sono tenuti al pagamento del premio tutti coloro (uomini e donne) che hanno un’età compresa tra i 18 e i 67 anni e svolgono in modo abituale, esclusivo e gratuito l’attività di cura della casa e del nucleo familiare. In sostanza può riguardare tutti coloro che non versano contribuzione a seguito di un’attività lavorativa: non solo la classica casalinga dunque, ma anche i pensionati di età inferiore ai 67 anni, gli studenti che dimorano in località diversa da quella di residenza, giovani in cerca di prima occupazione che si occupano della cura della casa, cittadini stranieri che soggiornano regolarmente in Italia e non hanno altra occupazione, lavoratori in cassa integrazione o in disoccupazione, le persone che svolgono attività lavorativa che non copre l’intero anno (per es. lavoratori stagionali).

L’importo da pagare è di 24,00 euro annui (deducibili ai fini fiscali). Il premio va pagato utilizzando unicamente l’avviso di pagamento PagoPa. È prevista l’esenzione dal pagamento (che rimane quindi a carico dello Stato) per chi ha contemporaneamente un reddito personale lordo inferiore a 4648,11 euro e un reddito familiare lordo inferiore a 9296,22 euro.

Il pagamento del premio è obbligatorio. Se vi è un ritardo nel versamento del premio la copertura assicurativa decorrerà solo dal giorno successivo al pagamento. Pertanto, eventuali infortuni domestici avvenuti in data antecedente non saranno oggetto di tutela. Sono inoltre previste delle sanzioni: in caso di mancato pagamento del premio alla data di maturazione dell’obbligo, se il pagamento viene poi effettuato entro 90 giorni è dovuta una somma aggiuntiva di 6 euro. In caso di pagamento oltre i 90 giorni, la somma aggiuntiva diventa di 12 euro. Qualora, non sia stato pagato il premio per più anni solari, sarà dovuto un versamento dei premi dovuti per ciascun anno e una somma aggiuntiva unica fissata nella misura di 12 euro.

L’assicurazione prevede i seguenti indennizzi:

  • La costituzione di una rendita mensile in caso di danni superiori al 16%;
  • Un risarcimento una tantum pari a 337, 41 euro per i danni riconosciuti con una percentuale tra il 6% e il 15%;
  • Un assegno per l’assistenza personale continuativa per i titolari di rendita che si trovano in specifiche condizioni di salute. L’importo mensile pari a 632,94 euro;
  • In caso di infortunio mortale è prevista una rendita ai superstiti e un assegno funerario una tantum di importo pari a 11.612,92 euro.

Le operatrici delle ACLI provincia Alessandria sono a tua disposizione per fornirti maggiori informazioni o assisterti se hai subìto un infortunio domestico, chiama il numero unico 0131.25.10.91 per fissare un appuntamento presso l’ufficio più vicino.

Grazie al finanziamento 5×1000 IRPEF 2022 – progetto “Family Care – Punto Famiglie” si è deciso di attivare la divulgazione delle notizie e informazioni legate alle famiglie. In questi anni il progetto “Family Care – Punto Famiglie” si è attivato in ogni sede ACLI della provincia di Alessandria.

Servizio Comunicazione Patronato ACLI Alessandria

Condividi
  •  
  •  
  •  

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *